This site uses cookies to provide a better experience. Continuing navigation accept the use of cookies by us OK

Coronavirus COVID-19: situazione in Grecia

 

Coronavirus COVID-19: situazione in Grecia

Al 1 ottobre 2020, il totale dei casi di infezione da coronavirus in Grecia ammonta a 18.475, mentre 391 sono i decessi. Per i dati statistici analitici (totali e giornalieri) forniti dalle Autorità elleniche in merito alla diffusione del contagio in Grecia, clicca qui.

Vige l’obbligo di dispositivi di protezione individuale (mascherina) in tutti gli eventi all'aperto, negli ospedali e ambulatori, sui trasporti pubblici, sui taxi, negli ascensori e in tutti i luoghi pubblici chiusi, comprese le chiese e in tutti i negozi e uffici (tranne che nei luoghi di ristorazione), ove vige anche il rispetto della distanza interpersonale minima di 1,5 m e l'ingresso contingentato. Sono previste sanzioni per mancata conformità (multa di 150 euro). In generale, viene fortemente consigliato l'uso di dispositivi di protezione individuale, ove non sia possibile mantenere le distanze. In molte Regioni (fra cui Attica, Creta, Macedonia Orientale e Tracia, Salonicco, Calcidica, Larissa, Mykonos e Corfù), vige l’obbligo di indossare la mascherina in tutti i luoghi pubblici, all’aperto e al chiuso. 

In tutta la Grecia sono sospesi tutti gli eventi pubblici all’aperto, le feste e sagre di paese e la celebrazione di riti religiosi di ogni genere e dogma ed è imposta la misura del distanziamento nei luoghi pubblici. Vige il divieto di visita negli ospedali (qualora sia indispensabile la presenza di un accompagnatore, verrà fornito di permesso speciale e dovrà rispettare tutte le misure di prevenzione). Non è invece permesso restare in ospedale qualora si presentassero sintomi di infezione delle vie respiratorie, quali febbre, faringite etc. 

In alcune Regioni (Attica, Creta, Macedonia Orientale e Tracia, Salonicco, Calcidica, Larissa, Corfù, Karditsa, Trikala, Pella, Pierìa, Kilkìs, Imathia, Lesvos) e in alcuni Comuni (Mykonos, Santorini, Volos, Katerini, Rodi, Zante, Kos, Paros e Antiparos) il servizio in bar, club, ristoranti etc. viene effettuato soltanto al tavolo e dalle 7 del mattino fino a mezzanotte ed è permesso un numero massimo di 4 persone, a meno che non siano legati da legami di parentela di primo grado, allora sale a 6. Sospesi i mercati all’aperto e qualsiasi manifestazione a scopo ricreativo.

In ragione dell’incidenza dei nuovi casi di contagio nella Regione Attica, sono state imposte, con decorrenza dal 21 settembre al 4 ottobre p.v., misure straordinarie a contenimento della diffusione del virus. In particolare:

· obbligo di mascherina in tutti gli spazi all’aperto e al chiuso;

· sospensione temporanea dei concerti e dell’attività di teatri, sale cinematografiche, sale da ballo, discoteche/cabaret/night club, sale di ricreazione/caffè con musica dal vivo e sale per concerti;

· divieto di incontro per più di nove (9) persone in qualsiasi occasione pubblica o sociale, indipendentemente dal fatto che si svolga in privato o in pubblico, in spazi all’aperto o al chiuso, mentre, in occasione di matrimoni, battesimi, funerali, così come per i ricevimenti associati a queste cerimonie, limitazione a un massimo di venti (20) partecipanti;

· ricezione del pubblico nei servizi pubblici solo in caso di emergenza e su appuntamento;

· telelavoro obbligatorio al 40% per i dipendenti del settore pubblico e privato che svolgono lavori d'ufficio o lavori che possono essere svolti a distanza;

· raccomandazione ai cittadini che appartengono a gruppi vulnerabili o che hanno 65 anni e più di limitare i propri spostamenti per i successivi 14 giorni a quelli assolutamente necessari, adottando sempre le opportune misure di protezione, di evitare il contatto con persone diverse dal proprio ambiente familiare e di evitare il trasporto con i mezzi pubblici.

COLLEGAMENTI CON ALTRI PAESI:

Fino al 12 ottobre, l’ingresso nel Paese è consentito ai viaggiatori provenienti per via aerea da Bulgaria, Romania, Emirati arabi, Malta, Belgio, Spagna, Albania, Macedonia del Nord, Ungheria e Israele (solo per l'Albania e la Macedonia del Nord, ammessi i voli sul solo aeroporto di Atene) soltanto su esibizione di test molecolare (PCR) negativo effettuato entro le ultime 72 ore (necessaria la certificazione del risultato in inglese, da presentare alle compagnie aeree, che hanno l’obbligo di vietare l’imbarco in mancanza di tale documento). Resta per tutti l’obbligo di compilazione del modulo PLF entro le 24 ore precedenti l’arrivo.

Fino al 5 ottobre, l’ingresso nel Paese per via aerea (nei soli aeroporti di Atene, Salonicco e Iraklio) è consentito ai viaggiatori residenti nella Federazione Russa, con un limite massimo di 500 viaggiatori a settimana, soltanto su esibizione di test molecolare (PCR) negativo.

Fino al 12 ottobre restano sospesi i voli di collegamento fra la Grecia e gli aeroporti della Catalogna. Vige anche la sospensione dei collegamenti aerei, marittimi (inclusi quelli con imbarcazioni private) e via terra con Turchia, Albania e Macedonia del Nord. Sono esenti da tale restrizione il trasporto di merci, i trasporti sanitari, i cittadini greci o in possesso di permesso di soggiorno o residenti. Per le suddette categorie esenti dalla restrizione, sarà possibile fare ingresso nel Paese da tutti i valichi con orario limitato (7am-11pm), con ingresso limitato per il solo valico di Kakavià con l’Albania (750 persone al giorno), su esibizione di test molecolare (PCR) negativo effettuato entro le ultime 72 ore (necessaria la certificazione del risultato in inglese) e con l’obbligo di compilazione del modulo PLF entro le 24 ore precedenti l’arrivo.

Per quanto riguarda il confine con la Bulgaria, a partire dalle 06.00 (ora locale) di mercoledì 15 luglio 2020 tutti i viaggiatori che entrano in Grecia per motivi non essenziali attraverso il valico di Promachonas sono tenuti a presentare all'arrivo un risultato di test molecolare negativo per COVID-19, eseguito fino a 72 ore prima del loro ingresso in Grecia. I viaggiatori devono essere testati in laboratorio con RT-PCR di tampone orofaringeo o rinofaringeo. Per ulteriori dettagli sulla tipologia, forma e dettagli che devono essere riportati sul certificato di rimanda alla lettura delle informazioni su travel.gov.gr.

Le Autorità greche si riservano di modificare le predette disposizioni alla luce dell’andamento del quadro epidemiologico. Per tutte le informazioni sulle modalità di ingresso in Grecia, si rimanda al sito governativo travel.gov.gr.

------

TRASPORTI, MOVIMENTI DEI CONNAZIONALI E RACCOMANDAZIONI

  • A partire dal 1 luglio sono ripristinati i collegamenti diretti (aerei e marittimi) tra Italia e Grecia, per i quali il Governo greco ha introdotto specifiche procedure di ingresso. Si raccomanda di prendere attenta visione DI QUESTO LINK (al momento non consultabile con i browser Edge e Internet Explorer, si consiglia di utilizzare browser alternativi). Si precisa che la pagina in questione è gestita dalle Autorità greche e non dall’Ambasciata d’Italia ad Atene.
    Allo stesso link, è reperibile il Passenger Locator Form (PLF), un questionario che richiede informazioni dettagliate sul viaggio (quali ad esempio il punto di partenza, i dati sul viaggio, l'indirizzo di recapito in Grecia), che è NECESSARIO compilare almeno 24 ore prima dell'ingresso nel Paese. Alla luce dell’elevato numero di richieste processate dalle Autorità greche e di alcune segnalazioni sulla mancata ricezione del QR code in tempo utile per il viaggio si raccomanda di compilare il PLF con congruo anticipo, anche prima delle 24 ore indicate. Stando a quanto riportato dalle Autorità greche, i viaggiatori riceveranno un'e-mail di conferma al momento del completamento del PLF e riceveranno in un secondo momento il PLF insieme al proprio codice Quick Response (QR) unico alla mezzanotte del giorno del loro arrivo previsto in Grecia;
  • Per informazioni sul rientro in Italia dall’estero si possono consultare l'apposita sezione di questo sito e le FAQ pubblicate sul sito della Farnesina.

Si raccomanda di attenersi scrupolosamente alle indicazioni delle autorità sanitarie locali e alle raccomandazioni pubblicate sul sito dell’Ente Nazionale per la Sanità ellenico e alla sezione domande e risposte presenti sul sito del Ministero italiano della Salute.

In caso di comparsa di sintomi riconducibili, secondo le competenti Autorità sanitarie, al coronavirus si raccomanda di contattare un medico o il numero dell’Ente Nazionale per la Sanità in Grecia (numero dedicato per il coronavirus 1135, numeri generali +30 210 521200 o +30 210 5212054) e di informare tempestivamente l’Ambasciata all'indirizzo mail cancelleria.atene@esteri.it.

Si raccomanda ai connazionali a monitorare la pagina dedicata alla Grecia del sito Viaggiare Sicuri, servizio dell’Unità di Crisi della Farnesina dove verrà riportata ogni notizia di interesse relativa alla Grecia.

Si invitano i connazionali non residenti in Grecia a registrarsi sul sito Dovesiamonelmondo, ulteriore servizio dell’Unità di Crisi del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, alimentato volontariamente dai connazionali in partenza per l’estero, che aiuta a pianificare in maniera più rapida e precisa l’attività di assistenza, qualora si verifichino situazioni di emergenza.

----

TURISMO

Il 30 maggio le Autorità elleniche hanno adottato un provvedimento (L. 4690, art. 1, che ratifica l'art. 70 dell'Atto legislativo del 13.4.2020) che consente la risoluzione dei contratti tra le società turistiche e i loro clienti per la fornitura di servizi turistici individualmente o sotto forma di viaggi organizzati o locazioni/noleggio di mezzi quali imbarcazioni da diporto, che sono denunciati dal 25 febbraio 2020 al 30 settembre 2020.

In seguito al reclamo, la società è obbligata a restituire al cliente la somma che questi ha pagato come anticipo, garanzia, impegno, rimborso parziale o totale o in qualsiasi altra forma per l'esecuzione del contratto. La società turistica ha tuttavia anche la possibilità, in alternativa al rimborso, di offrire al cliente un voucher valido per diciotto (18) mesi dalla data della sua emissione.

La società è tenuta ad informare per iscritto il cliente dell'offerta del voucher entro trenta (30) giorni dalla data di risoluzione del contratto o, se il contratto è stato risolto prima dell'entrata in vigore di questo provvedimento legislativo, entro trenta (30) giorni dall'entrata in vigore dello stesso.

Nel caso in cui la società non informi per iscritto il cliente dell'offerta del voucher entro il termine di 30 giorni, dovrà restituire al cliente l'importo dovuto.

Tenuto conto della situazione sanitaria internazionale si raccomanda vivamente a chiunque dovesse effettuare un viaggio all’estero, a qualsiasi titolo, di munirsi della Tessera Europea Assicurazione Malattia (TEAM) con cui i cittadini italiani non residenti in Grecia iscritti al Servizio Sanitario Nazionale possono avere accesso in Grecia ad alcune prestazioni sanitarie in modo gratuito.

Si raccomanda altresì di sottoscrivere un’assicurazione sanitaria con un adeguato massimale, tale da coprire non solo le spese per eventuali cure mediche e terapie effettuate presso strutture ospedaliere e sanitarie locali, ma anche l’eventuale trasferimento aereo in un altro Paese o il rimpatrio del malato, nei casi più gravi anche per mezzo di aeroambulanza.
In caso di viaggi turistici organizzati, infine, si suggerisce di controllare attentamente il contenuto delle assicurazioni sanitarie comprese nei pacchetti di viaggio e, in assenza di garanzie adeguate, si consiglia di stipulare polizze assicurative sanitarie individuali.

----

RISPETTO DELLE MISURE IGIENICO-SANITARIE

Numero nazionale per informazioni generali: 1135 (gli operatori rispondono in greco).

Si raccomanda di seguire scrupolosamente le indicazioni consultabili (in inglese) sul sito dell’Ente Nazionale per la Sanità ellenico (EODY) ed eventuali misure ulteriori intraprese a livello locale.

In caso di comparsa di sintomatologie riconducibili al COVID-19 (febbre, tosse, mal di gola, difficoltà o insufficienza respiratoria), consultate il vostro medico o l’EODY al 1135 o ai numeri 210 52 12 054 e 214 214 2000.

Il tampone viene effettuato a titolo gratuito presso tutti gli ospedali pubblici e a pagamento presso quelli privati.

Raccomandazioni specifiche per le categorie a rischio (persone di età superiore ai 70 anni e pazienti affetti da malattie cardiovascolari croniche, diabete e patologie immunosoppressive croniche come definito dal proprio medico curante):

· evitare viaggi inutili, all'interno del Paese o all'estero;

· seguire scrupolosamente le raccomandazioni di profilassi;

· divieto di visite non necessarie a persone appartenenti a categorie a rischio in centri diurni, centri di riabilitazione, reparti di degenza e unità di nefrologia.

Il rinnovo delle prescrizioni mediche per patologie croniche è automaticamente prolungato fino al 30 giugno.

 

Per informazioni aggiuntive sulla situazione in Grecia, è possibile consultare il sito (in greco)

CoVid19.gov.gr

featured general 

 

Lista dei medici italofoni contattabili in caso di necessità

Ospedali di riferimento resi noti dal Ministero della Salute ellenico

 

1. Ospedale “I Sotiria”

Mesogeion 152, Atene

Tel. 210 776 3100

 

2. Ospedale Generale di Atene “Evangelismos”

Ypsilantou 45-47, Atene

Tel. 213 204 1000

 

3. Ospedale Universitario Generale “Attikon”

Rimini 1, Chaidari

Tel. 210 5831 000

 

4. Ospedale Generale “Thriasio” Elefsinas

Leof. G. Gennimata, Elefsina

Tel. 213 202 8000

 

5. Ospedale Universitario Generale “AXEPA” Salonicco

Kiriakidi 1, Thessaloniki

Tel. 231 330 3110

 

6. Ospedale Universitario Generale di Alexandroupolis

Alexandropoli, 681 00

Tel. 2551 353000

 

7. Ospedale Generale “Bodosakio” Ptolemaidas

Thesi Kouri, Ptolemaida

Tel. 2463 351550

 

8. Ospedale Universitario Generale di Larissa

Tsakalof 1, Larissa

Tel. 241 350 1000

 

9. Ospedale Generale di Lamia

Papasiopoulou, Lamia

Tel. 2231 35 6000

 

10. Ospedale Universitario Generale “Panagia I Voithia” di Patrasso

Rio, 26504, Patrasso

Tel. 261 360 3000

 

11. Ospedale Universitario Generale di Ioannina

Stavrou Niarchou, Ioannina

Tel. 26510 99111

 

12. Ospedale Universitario Generale di Irakleio

Panepistimiou, Irakleio

Tel. 281 340 2111

 

13. Ospedale Generale “Agios Georgios”

Agiou Eleftheriou, Chania

Tel. 2821 342000

 


695