Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Covid-19. Novità ingressi in Grecia e Italia per chi proviene dall'estero (gennaio 2022)

Data:

10/01/2022


Covid-19. Novità ingressi in Grecia e Italia per chi proviene dall'estero (gennaio 2022)

A seguito della pubblicazione della nuova rilevante normativa greca (Decreto interministeriale congiunto del 17 dicembre) e italiana (Ordinanza del Ministero della Salute del 14 dicembre) in materia di prevenzione da Covid-19, si riassumono di seguito le principali novità in tema di ingressi in Grecia e in Italia provenendo dall’estero.

INGRESSO IN GRECIA.

Tutti i viaggiatori (NB: a partire dal 10 gennaio 2022 inclusi i MINORENNI che hanno già compiuto 5 anni), indipendentemente dalla loro nazionalità, dalle modalità d’ingresso in Grecia e a prescindere dal fatto che siano vaccinati o guariti, dovranno:

1. Presentare un certificato che attesta di aver eseguito, nelle 72 ore prima dell’arrivo in Grecia, un tampone molecolare (PCR) risultato negativo o, in alternativa, un test rapido-antigenico effettuato nelle 24 ore precedenti all’arrivo in Grecia. I certificati devono riportare il nome e il cognome della persona così come riportato su un documento di identità e possono essere prodotti in inglese, italiano, francese, spagnolo, tedesco, russo o greco.

2. Compilare – prima dell’imbarco - un modulo online su questo sito (non accessibile con Internet Explorer), il Passenger Locator Form (PLF), con il quale devono fornire informazioni sul luogo di provenienza, sulla durata dei soggiorni precedenti in altri paesi e sull'indirizzo del proprio soggiorno in Grecia. Si precisa che la pagina travel.gov.gr è gestita dalle Autorità greche e non dall’Ambasciata d’Italia ad Atene. Per quesiti legati al funzionamento del sito e/o dubbi sull’ingresso nel Paese connessi alla compilazione del PLF è possibile contattare il numero di assistenza indicato dalle Autorità greche: (0030) 2155605151 (in inglese o greco), attivo dalle 9 del mattino alle 5 del pomeriggio dal lunedì al venerdì (ora di Atene, +1 ora rispetto all’Italia).

Ai passeggeri sprovvisti di uno dei certificati di cui al punto 1 (test molecolare o antigenico negativo) e di PLF, verrà rifiutato l’imbarco.

Si sottolinea che rimane in vigore per tutti i passeggeri in ingresso la possibilità di essere sottoposti, a campione, a un test rapido effettuato all'arrivo in Grecia. Il test a campione, qualora si venga selezionati, è obbligatorio: le Autorità greche si riservano il diritto di rifiutare l’ingresso nel Paese a coloro i quali si rifiutino di sottoporsi al test rapido. I viaggiatori sottoposti a test a campione devono attendere l’esito del test in aeroporto.

In caso di positività al tampone rapido in ingresso – o al tampone eventualmente effettuato prima di rientrare in Italia - è previsto un periodo di isolamento obbligatorio per i viaggiatori risultati positivi e per i loro contatti prossimi. Per un approfondimento sulle procedure di quarantena previste dalle Autorità greche in caso di positività al Covid-19 si raccomanda un’attenta lettura dell’approfondimento a cura dell’Ambasciata.

A partire dal 24 dicembre 2021, i viaggiatori in ingresso in Grecia sono fortemente raccomandati di sottoporsi a nuovi test (rapido-antigenico o PCR) sia il secondo giorno che il quarto giorno successivo al loro arrivo (non si tratta in ogni caso di un obbligo di legge). Una lista indicativa di centri dove sottoporsi al test, predisposta dalle Autorità greche, è disponibile a questo link.

Maggiori informazioni sulle misure previste per l’ingresso in Grecia sono disponibili sul seguente sito, a cura della Protezione Civile greca: https://travel.gov.gr/#/.

Si attira infine l’attenzione sul fatto che in Grecia per l’accesso ai luoghi chiusi è necessario esibire il certificato digitale Covid-UE (o un certificato vaccinale) o un certificato di guarigione dal Covid. Si sottolinea che non è consentito l’accesso a chi sia in possesso esclusivamente di un tampone molecolare o di un tampone antigenico negativo. Solo ai minorenni tra i 4 e i 17 anni è consentito l’accesso sulla base del risultato negativo attestato a seguito di self-test. Gli unici luoghi chiusi in cui è possibile accedere senza restrizioni sono farmacie, supermercati e negozi di generi alimentari. Per le attività di ristorazione all’aperto l’accesso è consentito presentando in alternativa il certificato digitale Covid-UE (o un certificato vaccinale), un certificato di guarigione dal Covid (nei tre mesi precedenti), un tampone molecolare (effettuato nelle 72 ore precedenti) o di un tampone antigenico negativo (effettuato nelle 48 ore precedenti).

Si raccomanda di consultare sempre anche il portale dell’Unità di Crisi della Farnesina Viaggiare Sicuri: https://www.viaggiaresicuri.it/country/GRC

INGRESSO IN ITALIA.

A seguito dell’Ordinanza del Ministero della Salute 14 dicembre 2021, in vigore dal 16 dicembre al 31 gennaio 2022,l’ingresso in Italia a chi proviene dai Paesi della Lista C (Paesi Europei, Grecia inclusa) è consentito presentando: 1) il Passengers Locator Form italiano (https://app.euplf.eu/#/form), debitamente compilato; 2) certificato Digitale Covid-UE (“Green Pass”) o certificato equipollente; 3) un tampone molecolare (PCR) negativo effettuato nelle 48 ore precedenti all'ingresso nel territorio nazionale o, in alternativa, un tampone antigenico negativo effettuato nelle 24 ore precedenti all'ingresso nel territorio nazionale.

Fermo restando l’obbligo di sottoporsi al tampone molecolare o antigenico nei tempi indicati al punto 3), in caso di mancata presentazione del certificato Digitale Covid-UE (“Green Pass”) o equipollente, si applica la misura dell’isolamento fiduciario di cinque giorni presso l’indirizzo indicato nel Passengers Locator Form, con l’obbligo di sottoporsi a un test molecolare o antigenico alla fine di detto periodo.

Per quanto riguarda i MINORI, si applica quanto segue:

Test molecolare o antigenico

Da 0 a 5 anni (quindi fino a 6 anni non compiuti): sempre esentati dall’effettuazione del test molecolare o antigenico.

Da 6 a 17 anni (quindi 18 anni non compiuti): tampone obbligatorio, se previsto dalla normativa applicabile in base alla storia di viaggio nei 14 giorni precedenti l’ingresso in Italia.

Isolamento

Da 0 a 5 anni (quindi fino a 6 anni non compiuti): sempre esentati dall’isolamento se viaggiano con genitore a sua volta esentato dall’isolamento perché in possesso di certificato di vaccinazione (o di un certificato di guarigione).

Da 6 a 17 anni (quindi 18 anni non compiuti), sono esentati dall’isolamento se accompagnati da genitore con adeguata certificazione vaccinale o di guarigione. Tuttavia, ove richiesto dalla normativa, devono sottoporsi a test molecolare o antigenico. In assenza di test, anche se il genitore possiede adeguata certificazione, il minore è comunque tenuto all’isolamento (art. 8 comma 3 Ordinanza 22 ottobre 2021).

Per maggiori informazioni si prega di consultare il sito: Viaggiare Sicuri: https://www.viaggiaresicuri.it/approfondi.../saluteinviaggio (selezionare la sezione “Italia e Viaggi da/per l’estero”)


791