Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

COMUNICATO STAMPA SULLA FIRMA DELL'ACCORDO INTERGOVERNATIVO A SOSTEGNO DEL GASDOTTO TAP

Data:

13/02/2013


COMUNICATO STAMPA SULLA FIRMA DELL'ACCORDO INTERGOVERNATIVO A SOSTEGNO DEL GASDOTTO TAP

Il Ministro Italiano dello Sviluppo Economico, delle Infrastrutture e dei Trasporti, Corrado Passera, il Ministro Greco degli Affari Esteri, Dimitris Avramopoulos e il Ministro Albanese dell’Economia, del Commercio e dell’Energia Edmond Haxhinasto, hanno firmato oggi 13 febbraio 2013 ad Atene, un importante accordo intergovernativo per il sostenimento del progetto del gasdotto Trans-Adriatico (TAP).

 

L’Accordo, che fa seguito al Memorandum d’Intesa concordato dalle stesse parti lo scorso settembre, definisce l’importanza strategica del progetto per i tre Paesi.

 

L’Accordo intergovernativo getta le basi per la creazione di standard comuni, che saranno definiti da un apposito comitato (riguardanti ad esempio gli aspetti tecnici, di sicurezza, ambientali, sociali e di risorse umane), così come le basi giuridiche, legali, fiscali e per la risoluzione di eventuali dispute.

 

Il gasdotto TAP, lungo 800 km, è stato progettato per il trasporto di gas naturale dal Mar Caspio ai tre Paesi interessati e più in generale verso il mercato europeo del gas. I soci fondatori del consorzio sono la società svizzera Axpo, la società norvegese Statoil e la tedesca E. on Ruhrgas, mentre si prevede che altri partner entrino successivamente nella società.

 

Inizialmente il gasdotto trasporterà 10 miliardi di metri cubi di gas all’anno, provenienti dal giacimento di Shah Deniz II, sito in Azerbaigian. Con l’aumento della disponibilità di gas, il TAP potrà aumentare la propria capacità ad oltre 20 miliardi di metri cubi di gas all’anno. Il TAP connetterà anche i mercati balcanici e permetterà l’esportazione di gas proveniente dal Mar Caspio, attraverso l'Italia, verso gli altri mercati del Nord Europa. Il TAP si è posizionato al primo posto nell’elenco preliminare dei “progetti di interesse comune” definito dalla Commissione Europea per il corridoio meridionale.

 

Il progetto punta ad essere selezionato nel prossimo giugno, dal Consorzio Shah Deniz (CST), quale principale via di trasporto di gas verso l’Europa.

 

Nel sottolineare l’importanza del progetto, il Ministro Corrado Passera ha dichiarato: “Il TAP è un'infrastruttura strategica per rafforzare la sicurezza di approvvigionamento energetico dell'Europa. La sua realizzazione costituisce inoltre un importante passo in avanti nella nostra strategia di fare dell'Italia il principale hub del gas sud europeo, attraverso un portafoglio diversificato di fonti, una significativa liquidità di mercato e un alto livello di sicurezza. Grazie alle liberalizzazioni e alle riforme di mercato che abbiamo approvato negli ultimi mesi, in linea con la nostra nuova strategia energetica nazionale, nei prossimi anni l’Italia potrà svolgere un ruolo sempre più importante in Europa nel settore della politica energetica. 

 


320