Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Cooperazione Politica

 

Cooperazione Politica

QUADRO POLITICO E ISTITUZIONALE ATTUALE

 

Il 14 settembre 2017 si è tenuto a Corfù il primo Vertice intergovernativo Italia-Grecia: vi hanno preso parte il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano, il Ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, il Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Graziano Delrio, il Ministro dei Beni e Attività Culturali, Dario Franceschini e il Sottosegretario di Stato del Ministero dell’Interno, Domenico Manzione, i quali hanno firmato insieme ai propri corrispondenti greci importanti accordi bilaterali. Il Presidente Gentiloni e il Presidente Tsipras hanno inoltre firmato una dichiarazione congiunta, che stabilisce le basi per rilanciare la cooperazione greco-italiana in diversi settori, a partire da immigrazione, sicurezza, cultura, energia e infrastrutture.

 

conferenza stampa

“I rapporti bilaterali sono ottimi e l’intensificazione, negli ultimi anni, dei contatti politici ed il Vertice odierno sono un segno tangibile della volontà di entrambi i Paesi di migliorarli ulteriormente, anche sul fronte culturale con iniziative comuni volte a valorizzare la comune identità mediterranea. Nonostante i recenti anni di crisi, l’Italia rimane uno dei principali partner commerciali della Grecia, dove sono attivi grandi gruppi italiani come ENI, ENEL, Ghella, Telecom Italia Sparkle e Leonardo.” Così il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano, al termine dell’incontro avuto con il suo omologo greco Nikos Kotzias. Nel colloquio, oltre alle relazioni bilaterali, si è parlato di flussi migratori, Libia, Balcani, Turchia e difesa europea. I due Ministri hanno siglato un programma biennale per la cooperazione nel settore della cultura e della formazione e nel settore dell’istruzione.
Il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, e il Ministro della Cultura e dello Sport della Repubbica Ellenica, Lydia Koniordou, hanno siglato un protocollo d’intesa che impegna i due Paesi a una piena collaborazione nel contrasto al traffico illecito di beni culturali.
Partendo dalle già eccellenti collaborazioni in essere, Italia e Grecia procederanno a uno scambio di informazioni riguardo la legislazione sulla tutela del patrimonio culturale, in particolare in materia di prevenzione di furti, scavi illegali, importazione e esportazione illecita, alienazione e restituzione di beni culturali; divieti e certificati di esportazione; furti, scavi illegali, importazioni e esportazioni illecite, alienazione di beni culturali; sequestri di beni culturali di reciproco interesse.
Italia e Grecia inoltre rafforzeranno lo scambio e l’addestramento di personale impegnato nel contrasto al traffico illecito e nella restituzione di beni culturali ai loro paesi d’origine, discuteranno il proprio approccio nei confronti di Musei o altre istituzioni culturali coinvolti nel traffico illecito di patrimonio culturale e si scambieranno informazioni riguardo la comparsa illegale sui mercati internazionali dell’arte di beni che possano appartenere ai rispettivi patrimoni culturali, coinvolgendo in questo le competenti strutture investigative specializzate.

Gli obiettivi della dichiarazione congiunta sull'energia firmata dal Ministro dello sviluppo Economico, Carlo Calenda, e dal collega Ministro per l'Ambiente e l'Energia, Giorgios Stathakis sono così riassumibili: "Sostenere la Grecia come punto di ingresso integrato all'Europa Occidentale, attraverso l'Italia e l'Europa sud-orientale, per le nuove risorse di gas provenienti da Azerbaijan, Cipro, Israele, Bacino del Levante e dal mercato mondiale del Gnl. Sviluppare, attraverso il progetto di ampliamento del gasdotto Poseidon e l'espansione dei sistemi di trasmissione del gas in Grecia e Italia, una nuova, differenziata rotta per l'approvvigionamento del gas proveniente dalla Russia". La dichiarazione prevede anche il rafforzamento della "cooperazione tra i gestori italiano e greco delle reti di trasmissione del gas e le borse elettriche" e lo sviluppo delle "infrastrutture del gas naturale compresso e del Gnl di piccola scala per automobili, mezzi pesanti e navi in modo da limitare i prodotti petroliferi nel trasporto e nella generazione elettrica, più precisamente promuovendo questi utilizzi del Gnl nelle isole, sviluppando competenze a livello regionale e know-how industriale, e favorendo il coordinamento tra i distributori di combustibili alternativi".

delrio spirtzis Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio e il Ministro greco Christos Spirtzis hanno tenuto un incontro bilaterale sui temi di interesse comune e sulle prospettive di collaborazione futura. Tra i temi toccati dai due Ministri le opportunità per le imprese italiane del settore in Grecia, dove sta prendendo corpo la ripresa economica, la cooperazione nel settore aereo e sui temi di trasporto e connettività in ambito europeo. I Ministri si sono confrontati anche su un tema di attualità per entrambi i Paesi, la prevenzione e la protezione dal rischio sismico dell’edilizia privata e del patrimonio artistico ed architettonico, rispetto al quale il Ministro Delrio ha illustrato il piano e le linee guida di classificazione antisismica recentemente adottate in Italia. Su questo tema seguiranno confronti e condivisioni al fine di sviluppare iniziative comuni.
Argomento principale dell’incontro bilaterale è stato il closing dell'acquisizione da parte del Gruppo Fs dell'operatore ferroviario greco Trainose: il Ministro Delrio ha espresso “soddisfazione per l’operazione, che premia la proposta di Fs, capace di rispondere alla necessità di migliorare i servizi e la sicurezza del trasporto ferroviario, e ne amplia la presenza internazionale. "L'area Mediterranea è centrale per l'Europa: migliori connessioni e servizi di trasporto sono alla base dell'unità e del dialogo in tutta la regione mediterranea".

Per quanto riguarda gli Affari interni, il Sottosegretario di Stato Domenico Manzione e il suo corrispondente greco Yannis Balafas hanno concordato in particolare il rafforzamento della cooperazione nel campo delle politiche migratorie.

 

img 20170915 wa0002Dopo la conclusione del primo Vertice intergovernativo Italia-Grecia, il Presidente Gentiloni alla presenza del Presidente Tsipras depone una corona con un momento di raccoglimento al Monumento dell'amicizia in memoria dei caduti della Divisione Aqui.

 


15