Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Grecia e Coronavirus – Domande frequenti

 

Grecia e Coronavirus – Domande frequenti

Grecia e Coronavirus – Domande frequenti


Alla luce dell’elevatissimo flusso di richieste relativo all’evoluzione della situazione coronavirus in Grecia, al settore turistico o comunque riguardanti la possibilità di recarsi in Grecia, l’Ambasciata d’Italia ad Atene ha predisposto una lista di domande frequenti con le relative risposte – sulla base della casistica più frequente registrata negli ultimi mesi.
Si tratta di un lavoro in divenire, che rifletterà necessariamente l’evoluzione dei provvedimenti adottati dalle Autorità greche in funzione della crisi epidemiologica. Questa pagina verrà quindi aggiornata, su base continuativa, qualora vi fossero novità di rilievo. Per un quadro aggiornato delle norme adottate dalle Autorità greche nella “fase 2” si rinvia anche a questa pagina.
Si avvisa la gentile utenza che eventuali quesiti inviati via mail all’Ambasciata - a cui viene gia’ fornita una risposta tramite le seguenti FAQ – verranno riscontrati esclusivamente tramite il rinvio a questa pagina.
Nel ringraziare i connazionali e l’utenza per la comprensione delle circostanze eccezionali in cui anche l’Ambasciata si trova a operare, si ricorda infine – come richiamato nell’homepage del sito e nella pagina sui servizi consolari – che l’Ambasciata rimane a disposizione per l’erogazione dei servizi consolari tramite la mail della Cancelleria Consolare (cancelleria.atene@esteri.it, da usare ad esempio per prendere appuntamenti per il rilascio di carte d’identità, passaporti, procure, legalizzazioni, ecc.) e, per urgenti e comprovate necessità di natura consolare, tramite il numero di emergenza   (per alcuni casi peculiari quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, quelli di assistenza ai connazionali in condizioni di indigenza o ai connazionali con significative problematiche sanitarie. Con riferimento a tali ultime specifiche casistiche si raccomanda anche la lettura di questa pagina e la risposta, pubblicata in queste FAQ, sui medici di riferimento dell’Ambasciata).
Tenuto conto della situazione sanitaria internazionale si raccomanda vivamente a chiunque dovesse effettuare un viaggio all’estero, a qualsiasi titolo, di munirsi della Tessera europea assicurazione malattia (TEAM) con cui i cittadini italiani non residenti in Grecia iscritti al Servizio Sanitario Nazionale possono avere accesso in Grecia ad alcune prestazioni sanitarie in modo gratuito.
Si raccomanda altresì di sottoscrivere un’assicurazione sanitaria con un adeguato massimale, tale da coprire non solo le spese per eventuali cure mediche e terapie effettuate presso strutture ospedaliere e sanitarie locali, ma anche l’eventuale trasferimento aereo in un altro Paese o il rimpatrio del malato, nei casi più gravi anche per mezzo di aeroambulanza.
In caso di viaggi turistici organizzati, infine, si suggerisce di controllare attentamente il contenuto delle assicurazioni sanitarie comprese nei pacchetti di viaggio e, in assenza di garanzie adeguate, si consiglia di stipulare polizze assicurative sanitarie individuali.

 

ARRIVARE IN GRECIA

 

 

RIENTRARE IN ITALIA DALLA GRECIA

 

 



Quando saranno di nuovo disponibili i voli di linea diretti e i traghetti tra Grecia e Italia (e viceversa)?
Le Autorità greche hanno sospeso, rispettivamente a partire dallo scorso 14 e 15 marzo, i collegamenti aerei e marittimi diretti tra Italia e Grecia. Il provvedimento è in vigore fino al 31 maggio ma non è possibile escludere che esso venga ulteriormente prorogato. Invitiamo a monitorare il sito dell’Ambasciata per rimanere aggiornati su ogni provvedimento di rilievo adottato dalle Autorità greche. Lo stesso provvedimento si applica ai voli per e dalla Spagna, Regno Unito, Olanda e – fino al 14 giugno, eventualmente prorogabile –Turchia, Repubblica della Macedonia del Nord e Albania.


Ho comprato un biglietto per un volo diretto/per un traghetto tra Italia e Grecia prima del 31 maggio.
Alla luce del provvedimento summenzionato, si raccomanda di controllare direttamente con la compagnia aerea/marittima l’effettiva operatività del volo. Si veda anche il punto Posso rientrare in Italia in auto prendendo un traghetto? La compagnia di navigazione mi ha detto/scritto che è sufficiente che l’Ambasciata rilasci un’autorizzazione.

Posso andare in Grecia?
Sì, è possibile andare in Grecia sin d’ora. Bisogna tuttavia essere consapevoli delle restrizioni attualmente previste dalle Autorità greche e del fatto che, al momento, non sono previsti collegamenti diretti tra Italia e Grecia e si corre il rischio di rimanere bloccati in Grecia o potrebbe comunque essere molto complicato fare rientro in Italia. Si vedano in particolare i punti delle FAQ Come mi devo comportare al mio arrivo in Grecia? Devo osservare un periodo di quarantena? e Ci sono divieti alla circolazione in Grecia? Dove posso recarmi? Con quali documenti?

 

Ho letto che la stagione turistica in Grecia inizia il 15 giugno. Vuol dire che saranno riattivati i voli di linea diretta tra Italia e Grecia e che non dovrò fare la quarantena?

Il 20 maggio le Autorità greche hanno annunciato il calendario per la riapertura graduale dei flussi turistici nel Paese. Qualora dovessero essere adottati provvedimenti che confermino le misure annunciate ne verrà data pronta notizia tramite aggiornamento delle presenti FAQ.

 

• Dal 1° giugno verranno riaperte le strutture alberghiere/ricettive operative tutto l’anno.
• Dal 15 giugno verranno riaperte le restanti strutture alberghiere/ricettive (alberghi stagionali, ecc.).
Attese le previsioni normative italiane che regolano (e, in alcuni casi, vietano) gli spostamenti all’estero (si vedano le FAQ pubblicate sul sito del Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale), è attualmente possibile raggiungere la Grecia unicamente con mezzo aereo verso l’aeroporto internazionale di Atene-Eleftherios Venizelos da un numero limitato di Paesi (dato in divenire, anche in base alle scelte commerciali degli operatori). A partire dal 15 giugno, in funzione dell’evoluzione del quadro epidemiologico, dovrebbe essere ampliata la lista dei Paesi da cui sarà possibile raggiungere la Grecia tramite voli internazionali, che avranno come destinazione finale esclusiva l'aeroporto internazionale di Atene-Eleftherios Venizelos.
Si sottolinea che la lista dei Paesi da cui sarà possibile venire in Grecia a partire dal 15 giugno NON è ancora stata resa nota dalle Autorità greche, che prenderanno tale decisione sulla base delle valutazioni tecnico-scientifiche sull’andamento dell’emergenza del comitato di esperti appositamente istituito.
Dal 1° luglio dovrebbero essere consentiti i voli internazionali in arrivo anche negli aeroporti regionali del resto della Grecia, provenienti “da tutti i Paesi” non inclusi fino a quel momento. Si sottolinea che le Autorità greche hanno già chiarito che intendono riservarsi la possibilità di escluderne alcuni, qualora permanesse un quadro epidemiologico non ritenuto sufficientemente positivo. La lista dei Paesi “esclusi” NON è stata ancora resa nota.
• Dal 15 luglio dovrebbe iniziare la rimozione graduale delle misure restrittive mantenute fino a tale data.
Le Autorità elleniche si riservano di monitorare periodicamente l’andamento dei dati epidemiologici e di valutare se modificare le decisioni annunciate (ad esempio introducendo una nuova restrizione dei collegamenti aerei internazionali).
Sino al 31 maggio è confermato l’obbligo della quarantena per tutti i passeggeri in arrivo con la somministrazione del test Covid-19. Si è in attesa di conferme ufficiali in merito a quanto annunciato il 20 maggio scorso dal Governo ellenico circa la possibilità per i passeggeri dei voli consentiti dalle Autorità greche dal 15 giugno, dal 1° luglio o dal 15 luglio di essere esentati dall’obbligo di rispettare un periodo di isolamento (quarantena) e di non sottoporsi al test, al momento obbligatorio per chiunque entri dall'estero. Le Autorità greche si riserverebbero comunque la possibilità di fare test a campione. Tuttavia non è stato chiarito, finora, se l’esenzione della quarantena varrà anche per i cittadini di Stati non beneficiari della rimozione delle misure restrittive (se, ad esempio, il Paese A è tra quelli per cui saranno consentiti i voli internazionali con la Grecia a partire dal 15 giugno e il Paese B no, non è stato ancora chiarito se il cittadino del Paese B possa recarsi in Grecia tramite un volo in partenza dal Paese A senza dover osservare un periodo di quarantena).
• Tenuto conto di quanto precede non è quindi ancora noto quando verranno riattivati i collegamenti diretti (aerei e traghetti) tra Grecia e Italia.
In attesa dell’adozione di provvedimenti che chiariscano definitivamente le modalità per fare ingresso in Grecia, partendo dall’Italia, si rimanda alla lettura degli altri punti delle FAQ, che chiariscono il quadro legislativo e amministrativo attuale.

 

Ho una casa in Grecia, ma non sono residente. Posso andarci?
Si rimanda al punto delle FAQ Posso andare in Grecia?

Devo/posso essere autorizzato per entrare in Grecia?
No. Si rimanda al punto delle delle FAQ Posso andare in Grecia?

Come è possibile arrivare in Grecia dall’Italia (o viceversa) finché non vengono riattivati i voli di linea diretti tra Grecia e Italia (e viceversa)?
Si ricorda innanzittutto che sulla base della pertinente normativa italiana (D.L. 33 del 16 maggio 2020), fino al 2 giugno 2020 sono vietati gli spostamenti da e per l'estero, con mezzi di trasporto pubblici e privati, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute. Sono quindi vietati, fino allo stessa data, anche gli spostamenti per turismo all’estero. Rimane consentito il rientro presso il proprio domicilio ovvero presso la propria abitazione o residenza.

Chi avesse titolo a spostarsi all’estero e avesse urgenza di recarsi in Grecia può avvalersi di una delle soluzioni commerciali attualmente disponibili, facendo scalo in uno dei Paesi che hanno ancora collegamenti diretti sia con l’Italia che con la Grecia (a oggi Belgio, Svizzera, Francia, Germania, si tratta di un dato in divenire), avendo sempre cura di contattare le compagnie aeree per una conferma circa l’operatività dei voli che sembrano essere disponibili nonché - prima di acquistare i biglietti e della partenza - di informarsi sui siti delle Rappresentanze Diplomatiche Italiane dei Paesi di transito o su Viaggiare Sicuri per verificare la sussistenza di eventuali restrizioni o le condizioni in base alle quali è consentito o vietato il transito (affinché il transito sia consentito è spesso necessario disporre già del biglietto per proseguire il viaggio verso l'Italia).
Alla luce dell’emergenza sanitaria internazionale in corso, sono comunque sconsigliati gli spostamenti e i viaggi non dettati da necessità urgenti ed inderogabili.

Posso arrivare in Grecia in auto?
In base al Decreto Ministeriale Congiunto pubblicato sulla GU 1860/B/15.05.2020  sono temporaneamente vietati gli ingressi in Grecia via terra dall’Albania e dalla Repubblica della Macedonia del Nord. Tale divieto non si applica esclusivamente nei confronti di: a. cittadini greci, titolari del documento d'Identità speciale di connazionale residente all'estero, nonché persone residenti in Grecia b) il passaggio di camion per il trasporto di merci c) il trasporto di merci su navi. Il provvedimento è valido fino al 31 maggio, ma non è possible escludere nuove proroghe.

Posso arrivare in un Paese confinante (es. Bulgaria, Repubblica della Macedonia del Nord, Albania, ecc.) transitando con l’auto in Grecia?
Si ricorda innanzitutto che al momento non sono operativi i traghetti tra Italia e Grecia e che la normativa greca prevede un periodo di quarantena obbligatorio per chiunque entri sul territorio greco proveniendo dall’estero (si vedano al riguardo i punti Quando saranno di nuovo disponibili i voli di linea diretti e i traghetti tra Grecia e Italia (e viceversa)? e Come mi devo comportare al mio arrivo in Grecia? Devo osservare un periodo di quarantena?). Circa la possibilità di fare ingresso, in auto, in un altro Paese, si rimanda alle informazioni contenute sui siti delle Rappresentanze diplomatiche italiane territorialmente competenti e alle Schede Paese pubblicate su Viaggiare Sicuri.

Posso rientrare in Italia in auto prendendo un traghetto? La compagnia di navigazione mi ha detto/scritto che è sufficiente che l’Ambasciata rilasci un’autorizzazione.
A seguito di specifiche verifiche dell’Ambasciata con i Ministeri greci competenti, le Autorità portuali greche e le compagnie di navigazione, non risulta assolutamente possibile procedere con una tale richiesta.
Si ribadisce, come già riportato al punto Posso arrivare in Grecia in auto? che la normativa greca autorizza espressamente solo il trasporto merci via navi (a bordo delle quali possono salire esclusivamente gli autotrasportatori dotati di apposita documentazione identificativa).
Non sono mai stati rilasciati lasciapassare per consentire l’imbarco su traghetti. Si precisa che l’Ambasciata ha provveduto al rilascio di appositi lasciapassare, di concerto con le Autorità greche ed italiana, solo per permettere ai connazionali e ai cittadini stranieri regolarmente residenti in Italia di raggiungere – in costanza del divieto di circolazione disposto dalle Autorità greche rimasto in vigore fino al 4 maggio – i porti di Patrasso e di Igoumenitsa in occasione dell’organizzazione degli ultimi traghetti speciali organizzati dall’Ambasciata con partenza da quelle località per facilitare il rientro dei connazionali in Italia.
Si invita chi dovesse ricevere un simile suggerimento dalle compagnie di navigazione di valutare attentamente l’acquisto del biglietto del traghetto e di segnalare loro la risposta fornita dall’Ambasciata.

Posso arrivare in Grecia con un’imbarcazione privata?
In base al Decreto Ministeriale Congiunto pubblicato sulla GU 1860/B/15.05.2020  è temporaneamente limitato (fino al 31 maggio ma eventualmente prorogabile) l’approdo in Grecia di tutte le imbarcazioni private e di tutte le imbarcazioni turistiche, indipendentemente dalla nazionalità della bandiera, provenienti da qualsiasi punto geografico esterno al territorio greco. È altresì vietato lo sbarco dei passeggeri di queste imbarcazioni sul territorio greco,
Nel caso le suddette imbarcazioni non trasportino passeggeri è permesso l'approdo esclusivamente a cantieri navali della Grecia continentale, verificabile con apposita documentazione rilasciata dal cantiere, su permesso dell'Autorità Portuale competente e previo accordo della Direzione della Protezione Civile.
Alla luce dei continui aggiornamenti normativi sulla materia si suggerisce, qualora si avessero dubbi specifici circa la possibilità di attraccare in Grecia con un’imbarcazione privata – di rivolgersi alla Capitaneria di Porto territorialmente competente.

Come mi devo comportare al mio arrivo in Grecia? Devo osservare un periodo di quarantena?
In base alle Decreto Ministeriale Congiunto pubblicato sulla GU 1850/B/14.05.2020 chiunque arrivi in Grecia dall’estero – cittadini greci inclusi – è tenuto a osservare un periodo di autoisolamento obbligatorio di 14 giorni. Questa misura è al momento valida fino al 31 maggio, ma non è possibile escludere nuove proroghe. Salvo quanto specificatamente stabilito per assicurare la circolazione delle merci al momento non sono previste eccezioni all’obbligo di quarantena, neanche se si è in possesso di un certificato effettuato prima della partenza che attesti l’esito negativo al Test Covid-19.
I passeggeri in arrivo all'Aeroporto Internazionale di Atene - fatta eccezione per quelli in transito - devono sottoporsi a un test per il coronavirus, che viene effettuato presso una struttura alberghiera. Non è possibile escludere che la permanenza presso tale struttura si protragga anche per molte ore.

In caso di esito negativo ci si può recare al proprio alloggio per iniziare il periodo di autoisolamento. Le Autorità sanitarie elleniche forniscono istruzioni in caso di positività al virus. I cittadini privi di domicilio in Grecia sono tenuti a rimanere, per il lasso di tempo prescritto, nel luogo di residenza temporanea, come la casa di un parente o di un amico o un hotel. In caso di violazione dell'isolamento obbligatorio è prevista una sanzione amministrativa.

Sono un cittadino italiano proveniente da un Paese Schengen che vuole rientrare in Italia facendo scalo ad Atene. Devo osservare un periodo di quarantena?

No, non è necessario osservare un periodo di quarantena o non risultano altre restizioni in merito ai passeggeri aerei in transito provenienti da Paesi Schengen, fermo restando che non è consentito lasciare la zona di transito e a condizione che si sia in possesso di titolo di viaggio dal quale si evinca che si è solo in transito.

Si suggerisce di contattare le compagnie aeree per una conferma dell’operatività dei voli.

Si sottolinea che, nel caso il volo non fosse operativo e/o fosse necessario, per qualsiasi ragione, lasciare l'area di transito, ci si dovrà obbligatoriamente sottoporre al test COVID-19 seguendo le indicazioni delle Autorità greche e rispettare il periodo di isolamento fiduciario di 14 giorni.

 

Ci sono divieti alla circolazione in Grecia? Dove posso recarmi? Con quali documenti?
Si rimanda innanzitutto alla lettura dei punti delle FAQ Quando saranno di nuovo disponibili i voli di linea diretti e i traghetti tra Grecia e Italia (e viceversa)? e Come mi devo comportare al mio arrivo in Grecia? Devo osservare un periodo di quarantena?. Per i connazionali titolari di un’attività economica su un’isola greca si rimanda alla lettura del punto delle FAQ Sono il titolare/un dipendente di un’attività economica in Grecia, senza essere residente nel Paese. Posso recarmi in Grecia? Con quali documenti?
Dopo aver introdotto un divieto di circolazione assoluto le Autorità greche stanno gradualmente rimuovendo gli ultimi divieti esistenti per la circolazione interna in Grecia.
Dal 18 maggio è possibile lasciare la regione di residenza (Νομός μόνιμης κατοικίας) senza alcuna certificazione/autodichiarazione.
Si sottolinea che per le isole, tranne Creta ed Eubea (quest'ultima raggiungibile soltanto via terra tramite il ponte di Chalkida), si applica tuttora un regime speciale. Non è quindi possibile, a oggi, raggiungere le isole, a meno di non poter dimostrare di essere residenti (tramite dichiarazione dei redditi rilasciata alle Autorità greche - modulo E1 - oppure con apposito “certificato di residenza ad uso speciale”, emesso tramite accesso con le proprie credenziali dal sito www.aade.gr). Soltanto i residenti presso isole minori hanno la possibilità di spostarsi nelle isole maggiori, per motivi di salute o per approvvigionamento di generi di prima necessità, per funerali o per andare in banca. Il divieto si applica indifferentemente a cittadini greci e ai cittadini stranieri.
Si sottolinea che quando gli spostamenti per le isole verranno consentiti liberamente ne verrà data comunicazione tramite un aggiornamento di queste FAQ.

Sono il titolare/un dipendente di un’attività economica in Grecia, senza essere residente nel Paese. Posso recarmi in Grecia? Con quali documenti?

Ci si può già recare in Grecia senza alcuna autorizzazione, consapevoli dell’obbligo di quarantena attualmente previsto per chi arriva dall’estero.

A partire da lunedì 11 maggio, ai titolari e ai dipendenti delle imprese e attività di cui è permessa la riapertura sono consentiti gli spostamenti per le isole e tra le isole.

Per poter effettuare lo spostamento, è necessaria un'autocertificazione per i titolari di attività oppure un certificato scritto del datore di lavoro per i lavoratori dipendenti.

Entrambi i documenti devono includere:

1) i dati del titolare/lavoratore autonomo/dipendente (nome, indirizzo, numero di telefono, AMKA);
2) il numero di protocollo della più recente inscrizione del dipendente nel sistema informativo "ERGANI" (ad es. modello E3 per l'assunzione, modello E4 per l'orario di lavoro, modello E8 per il lavoro straordinario, modello E9 per l'assunzione a tempo determinato);
3) il tipo di attività, correlato dal corrispondente codice KAD;
4) il codice fiscale/partita Iva dell'attività/impresa;
5) il luogo-isola di lavoro.

Queste dichiarazioni/certificati costituiscono un prerequisito per l'emissione del biglietto e l'imbarco sugli aerei/navi. Il passeggero è tenuto ad averli con sé in ogni momento al fine di esibirli in caso di ispezione.

Si segnala inoltre che le Autorità greche hanno già annunciato che, a partire da quando verranno riattivati i traghetti tra la Grecia continentale e le isole greche (per tragitti superiori ai 30 minuti) e tra la Grecia e l’Italia, i passeggeri dovranno compilare un questionario sanitario prima dell'imbarco.

Esistono due questionari, che hanno lo scopo di facilitare il tracciamento di eventuali catene di trasmissione del contagio: uno per i viaggi interni alla Grecia e uno per i viaggi tra Italia e Grecia (che, si ricorda, sono gli unici collegamenti marittimi internazionali esistenti tra la Grecia e un altro Paese). I due questionari sono disponibili sul sito web del Ministero delle spedizioni, sia in inglese che in greco, ma possono essere scaricati direttamente a questo link (questionario per i trasferimenti interni) e a questo link (Grecia-Italia).

Secondo le nuove norme sanitarie, i traghetti saranno autorizzati a viaggiare con una capienza ridotta, al massimo, al 50% del normale numero di passeggeri e assicurando il rispetto di altre misure igienico-sanitarie (es. misurazione della temperatura, raccomandazione di utilizzare dispositivi di protezione individuale/mascherine, ecc.). Le compagnie marittime dovranno garantire che venga mantenuta una distanza di almeno 1,5 metri tra i passeggeri e l’equipaggio.

In base alla normativa greca cambia qualcosa dopo il 3 giugno?
No. La data del 3 giugno viene menzionata esclusivamente negli ultimi provvedimenti adottati dal Governo italiano e si riferisce esclusivamente alla possibilità di fare ingresso in Italia dall’estero e alla possibilità di spostarsi all’estero partendo dall’Italia (si veda il punto successivo “Cosa succede dopo il 3 giugno sulla base della normativa italiana?”). Le regole per l’ingresso in Grecia vengono definite esclusivamente dalle Autorità greche. Esse vengono riportate in queste FAQ (si veda in particolare il punto “Come mi devo comportare al mio arrivo in Grecia? Devo osservare un periodo di quarantena?”).


Sono un cittadino italiano temporaneamente in Grecia e ho un problema di salute: a chi posso chiedere aiuto?
Si consiglia di consultare la Lista dei medici italofoni contattabili in caso di necessità. Per ulteriori specializzazioni, consultare la lista più estesa cliccando qui  .I cittadini italiani non residenti in Grecia, iscritti al "Servizio Sanitario Nazionale" possono avere accesso in Grecia alle prestazioni sanitarie di emergenza gratuite se sono titolari della tessera sanitaria europea (TEAM). Gli ospedali pubblici prestano assistenza sanitaria di emergenza in caso di necessità secondo un sistema di turnazione. Per ulteriori informazioni in merito alle modalità di fruizione dell’assistenza sanitaria in Grecia, si rimanda inoltre all’apposita sezione Consigli per i turisti.


Sono un cittadino italiano temporaneamente in Grecia e mi è scaduta la patente/la carta d’identità/il passaporto. Cosa posso fare?
L’articolo 104 del Decreto Cura Italia ha previsto la proroga, fino al 31 agosto 2020, della validità dei documenti di riconoscimento e di identita' di cui all'articolo 1, comma 1, lettere c), d) ed e), del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, rilasciati da amministrazioni pubbliche, scaduti o in scadenza successivamente alla data di entrata in vigore del Decreto (17 marzo 2020).
La validita' ai fini dell'espatrio resta limitata alla data di scadenza indicata nel documento.

Sono un cittadino italiano temporaneamente in Grecia e non ho un luogo dove alloggiare. Quali sono le strutture alberghiere attualmente funzionanti in territorio ellenico?
Le Autorita’ greche hanno disposto la chiusura delle strutture alberghiere e turistiche fino al 31 maggio, assicurando l’apertura di un solo albergo in ogni capoluogo di regione e di un numero leggermente superiore di alberghi ad Atene e a Salonicco. La lista degli alberghi è consultabile cliccando qui. Per l’operatività delle strutture alberghiere dopo il 31 maggio si rimanda alle informazioni sulle date di riapertura contenute nel punto delle FAQ Ho letto che la stagione turistica in Grecia inizia il 15 giugno. Vuol dire che saranno riattivati i voli di linea diretta tra Italia e Grecia e che non dovrò fare la quarantena?giugno. Vuol dire che saranno riattivati i voli di linea diretta tra Italia e Grecia e che non dovrò fare la quarantena?


Ho deciso di procedere all'annullamento della mia prenotazione alberghiera/la mia prenotazione alberghiera è stata annullata a causa dell'emergenza Covid-19: ho diritto a un rimborso?
Il 13 aprile le Autorità elleniche hanno adottato un provvedimento che consente la risoluzione dei contratti tra le società turistiche e i loro clienti per la fornitura di servizi turistici individualmente o sotto forma di viaggi organizzati o locazioni/noleggio di mezzi quali imbarcazioni da diporto, che sono denunciati dal 25 febbraio 2020 al 31 ottobre 2020.
In seguito al reclamo, la società è obbligata a restituire al cliente la somma che questi ha pagato come anticipo, garanzia, impegno, rimborso parziale o totale o in qualsiasi altra forma per l'esecuzione del contratto. La società turistica ha tuttavia anche la possibilità, in alternativa al rimborso, di offrire al cliente un voucher valido per diciotto (18) mesi dalla data della sua emissione.
La società è tenuta ad informare per iscritto il cliente dell'offerta del voucher entro trenta (30) giorni dalla data di risoluzione del contratto o, se il contratto è stato risolto prima dell'entrata in vigore di questo provvedimento legislativo, entro trenta (30) giorni dall'entrata in vigore dello stesso.
Nel caso in cui la società non informi per iscritto il cliente dell'offerta del voucher entro il termine di 30 giorni, dovrà restituire al cliente l'importo dovuto.


Avevo programmato un viaggio in Grecia che prevedeva l’affitto in loco di un’imbarcazione da diporto/un trasferimento tramite traghetto di linea, ma ho deciso di non partire più/il mio viaggio è stato annullato: ho diritto a un rimborso?
Si applica la stessa normativa descritto nella risposta precedente.

Sono un cittadino italiano o un cittadino straniero avente titolo a rientrare in Italia (perche’ residente o titolare di un permesso di soggiorno in corso di validità) bloccato in Grecia. Come faccio a rientrare in Italia?

Si ricorda innanzitutto che sulla base della pertinente normativa italiana (D.L. 33 del 16 maggio 2020), fino al 2 giugno 2020 sono vietati gli spostamenti da e per l'estero, con mezzi di trasporto pubblici e privati, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute. Sono quindi vietati, fino alla stessa data, anche gli spostamenti per turismo all’estero. Rimane consentito il rientro presso il proprio domicilio ovvero presso la propria abitazione o residenza.

Chi avesse titolo a spostarsi all’estero e avesse urgenza di recarsi in Grecia può avvalersi di una delle soluzioni commerciali attualmente disponibili, facendo scalo in uno dei Paesi che hanno ancora collegamenti diretti sia con l’Italia che con la Grecia (a oggi Belgio, Svizzera, Francia, Germania, si tratta di un dato in divenire), avendo sempre cura di contattare le compagnie aeree per una conferma circa l’operatività dei voli che sembrano essere disponibili nonché - prima di acquistare i biglietti e della partenza - di informarsi sui siti delle Rappresentanze Diplomatiche Italiane dei Paesi di transito o su Viaggiare Sicuri per verificare la sussistenza di eventuali restrizioni o le condizioni in base alle quali è consentito o vietato il transito (affinché il transito sia consentito è spesso necessario disporre già del biglietto per proseguire il viaggio verso l'Italia).

***

A seguito della sospensione dei collegamenti aerei e marittimi diretti tra Grecia e Italia e della chiusura delle frontiere terrestri con i Paesi confinanti, per rispondere all’urgente esigenza dei cittadini italiani bloccati in Grecia, l’Ambasciata d’Italia ad Atene ha promosso l’attivazione di quattro voli speciali (23 marzo, 14 e 16 aprile, 19 maggio) e di due traghetti speciali (venerdì 27 marzo), a cui si
aggiungono gli ulteriori traghetti speciali (16 aprile, 2 maggio) organizzati dall’Ambasciata di Francia e dall’Ambasciata di Germania in cooperazione ad altre Ambasciate tra cui quella italiana, con cui hanno potuto fare rientro in Italia numerosi connazionali e cittadini stranieri residenti in Italia, ove sussistessero le condizioni previste dalla normativa vigente al momento del volo/traghetto.

Al momento non sono previsti ulteriori voli o traghetti speciali. Qualora ne venissero organizzati di nuovi, ne verrebbe data prontamente comunicazione nella sezione notizie sulla homepage del sito dell’Ambasciata e/o tramite i canali social dell’Ambasciata (è possibile seguire il profilo Twitter dell’Ambasciata per rimanere aggiornati).

Qualora una persona (purché cittadino italiano o straniero avente titolo a rientrare in Italia alla luce della normativa sopra riportata) voglia comunque liberamente segnalare il suo interesse per eventuali voli o traghetti futuri, senza alcuna garanzia, è invitato a inviare una email a cancelleria.atene@esteri.it indicando i seguenti dati:

 

1. Nome e Cognome;

2. Data di nascita;

3. Località della Grecia dove si trova al momento della richiesta;

4. Estremi e copia del passaporto o del documento d’identità valido per l’espatrio;

5. Estremi e copia del permesso di soggiorno, nel caso di cittadini extra europei;

6. Residenza in Italia e luogo dove intende trascorrere i quattordici (14) giorni di isolamento fiduciario obbligatorio;

7. Se si è in Grecia con un veicolo segnalare il modello e la targa;

8. Recapito telefonico e email a cui essere ricontattati dall’Ambasciata;

9. Motivo del rientro in Italia;

Si precisa che l’eventuale inserimento del proprio nominativo nelle liste dei connazionali che si sono rivolti all'Ambasciata esprimendo il desiderio di rientrare in Italia non costituisce in alcun modo un prerequisito per entrare in Italia né significa che venga fatta una valutazione dei motivi che consentono il rientro in Italia, che vanno dichiarati dall’interessato e ricadono sotto la sua responsabilità
personale secondo i termini di legge.


Posso rientrare in Italia? Come mi devo comportare al mio arrivo in Italia? Devo fare la quarantena? Quali autodichiarazioni devo avere con me? Una volta arrivato in Italia devo assolvere altri adempimenti previsti dalla legge?
Si rimanda alle FAQ pubblicate sul Sito della Farnesina.

Cosa cambia dopo il 3 giugno in base alla normativa italiana?
Si rimanda alle FAQ pubblicate sul Sito della Farnesina.

  

Sono bloccato in Grecia e il permesso di soggiorno italiano mi è scaduto. Cosa posso fare?
Con Decreto Legge n. 18 approvato il 17 marzo 2020 e convertito in legge con modificazioni il 24 aprile 2020, n. 27, Il Governo italiano ha prorogato, fino alla data del 31 agosto 2020, la validità dei permessi di soggiorno in scadenza o scaduti rilasciati ai cittadini stranieri.


Sono bloccato in Grecia e non ho con me il permesso di soggiorno italiano/mi è stato rubato. Cosa posso fare?
Dopo aver consultato la sezione relativa ai visti di reingresso (cliccando qui) dovrete inviare via mail all’indirizzo cancelleria.atene@esteri.it una copia fronte retro del passaporto, del permesso di soggiorno e della relativa denuncia di smarrimento presentata alle Autorità greche.

 

Ho il permesso di soggiorno italiano valido/un visto tipo D con entrate multiple, ma sono bloccato in Grecia da più di 90 giorni, cosa devo fare?

La proroga del periodo massimo di permanenza in territorio greco, ove ne sussistano I presupposti, è esclusiva competenza della Autorita’ greche, che possono essere contattate ai seguenti recapiti:
Police security departments and aliens” divisions - ALIENS DIVISION -ATTICA, 24, P. Ralli Str., 177 78 Tavros, Information Desk tel . 210 3405887, 210 3405815, 210 3405817.

 

Ho un permesso di soggiorno italiano valido, sono bloccato in Grecia e voglio tornare in Italia. Cosa posso fare?

Si rinvia alla lettura dei punti della FAQ Come è possibile arrivare in Grecia dall’Italia (o viceversa) finché non vengono riattivati i voli di linea diretti tra Grecia e Italia (e viceversa)? e Sono un cittadino italiano o un cittadino straniero avente titolo a rientrare in Italia (perché’ residente o titolare di un permesso di soggiorno in corso di validità) bloccato in Grecia. Come faccio a rientrare in Italia?

 


712