Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Certificazione dei lavori eseguiti all'estero dalle imprese italiane – Aspetti normativi, accreditamento, compiti e onorario del tecnico di fiducia – Modulistica

 

Certificazione dei lavori eseguiti all'estero dalle imprese italiane – Aspetti normativi, accreditamento, compiti e onorario del tecnico di fiducia – Modulistica

Istruzioni per le imprese e per i tecnici di fiducia per l'attuazione dell'art.84 del DPR 5 ottobre 2010, n. 207

In data 8 giugno 2011 è entrato in vigore il Decreto del Presidente della Repubblica 5 ottobre 2010, n. 207, il cui art. 84, in particolare, dispone sulla qualificazione delle imprese italiane per l'assunzione di lavori pubblici, con particolare riferimento alla certificazione dei lavori eseguiti all'estero.

La nuova diposizione normativa innova le modalità di inserimento dei dati nella banca dati informatizzata degli appalti pubblici, gestita dall'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) per la qual cosa sono coinvolti sia gli Uffici consolari all’estero siala struttura centrale del MAE.

Attività procedimentale dell'Amministrazione e costo del servizio


Il tecnico di fiducia

Aspetti normativi e accreditamento
Compiti e onorario


Modulistica

Modulo di iscrizione nell'elenco dei tecnici di fiducia della Sede
Modulo di richiesta di cancellazione dall'elenco dei tecnici di fiducia della Sede
Modello di Nota di trasmissione di CEL
Modello di CEL (formato pdf)
Modello per le Imprese: richiesta di invio dell'elenco dei tecnici di fiducia della

 

Normativa

Art. 84 DPR 5 ottobre 2010, n. 207
Art. 3 DPR 445/2000

 

Avviso di istituzione dell'elenco dei tecnici di fiducia della sede


120