Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Studiare in Italia

Gli studenti italiani, i cittadini comunitari ed extra-comunitari residenti in Grecia che hanno frequentato o frequentino istituti scolastici statali o legalmente riconosciuti in Grecia e che intendano proseguire gli studi in Italia, possono rivolgersi:

  1. all’Istituto Italiano di Cultura di Atene per informazioni sulle opportunità di studio offerte dal sistema di istruzione italiano;
  2. alla Cancelleria Consolare dell’Ambasciata per:
    • il rilascio delle Dichiarazioni di Valore finalizzate all’iscrizione universitaria diretta degli studenti cittadini comunitari alle Università italiane o al proseguimento degli studi universitari o al riconoscimento scolastico o professionale del titolo di studio in Italia;
    • la vidimazione della traduzione dei documenti necessari al proseguimento degli studi scolastici in Italia.

Si segnala che i titoli di studio e le certificazioni scolastiche intermedie emessi dalla Scuola Statale Italiana operante in Atene sono direttamente validi per il proseguimento degli studi, anche universitari, in Italia.

Ulteriori informazioni sono reperibili sui siti web del CIMEA (Centro Informazioni Mobilità ed Equivalenze Accademiche) e della CRUI (Conferenza Rettori Universitari Italiani).

Le procedure consolari più comuni relative al settore studi sono le seguenti:

 

  • Iscrizione alle Università e alle Istituzioni AFAM

Le informazioni dettagliate ed aggiornate per l’iscrizione presso le Università italiane a corsi di laurea, laurea magistrale, specializzazione o master, nonché alle Istituzioni AFAM, sono pubblicate ogni anno sul sito del Ministero dell’Università e della Ricerca.

Si suggerisce inoltre di consultare il portale di ciascuna Università/Istituzione AFAM per ogni informazione aggiornata e pratica.

Per ogni informazione sulle procedure per l’ingresso, il soggiorno, l’immatricolazione degli studenti internazionali e il relativo riconoscimento dei titoli, per i corsi della formazione superiore in Italia cliccare qui.

Per gli studenti cittadini extra-U.E. la domanda di preiscrizione per il rilascio del visto di ingresso per frequentare i corsi di studio presso le Università e le Istituzioni della formazione superiore italiane dovrà essere presentata utilizzando il portale Universitaly, dove è riportata anche tutta una serie di informazioni di interesse.

Maggiori informazioni sul riconoscimento di titoli di studio esteri in Italia possono essere trovati su questa pagina del Ministero dell’Università e della Ricerca.

Ulteriori informazioni e approfondimenti su questa tematica possono essere richiesti all’Istituto Italiano di Cultura di Atene.

 

  • Dichiarazione di Valore

La Dichiarazione di Valore è un documento di trasparenza, redatto in italiano, che fornisce informazioni su un titolo di studio conseguito all’estero. Il rilascio della Dichiarazione di Valore non significa che il titolo estero sia automaticamente riconosciuto in Italia. Le Rappresentanze diplomatico-consolari italiane non hanno infatti alcuna competenza in merito, pertanto il documento non vincola in alcun modo le Istituzioni in Italia competenti per legge a svolgere le procedure di riconoscimento.

La Cancelleria Consolare dell’Ambasciata d’Italia ad Atene è competente a rilasciare la Dichiarazione di Valore dei titoli di studio conseguiti in una università pubblica o in un istituto scolastico di II grado (pubblico o privato) in Grecia.

Tutta la documentazione presentata in originale verrà restituita contestualmente al rilascio della Dichiarazione di Valore.

L’Ufficio è a disposizione per eventuali verifiche che l’Università/la Pubblica Amministrazione italiana che dovrà valutare il titolo ritenga opportuno esperire (via mail all’indirizzo cancelleria.atene@esteri.it).

Alla luce delle procedure per l’ingresso, il soggiorno, l’immatricolazione degli studenti internazionali e il relativo riconoscimento dei titoli, per i corsi della formazione superiore in Italia, pubblicate dal MUR, che invitano (al punto 4) le Istituzioni della formazione superiore a NON richiedere la Dichiarazione di valore sui titoli di studio posseduti da studenti internazionali non richiedenti visto, si esortano gli studenti interessati a proseguire gli studi in Italia a verificare con l’Istituzione prescelta la necessità di presentare la Dichiarazione di valore ai fini dell’iscrizione ai corsi di formazione superiore.

 

Titoli di studio rilasciati in Paesi diversi dalla Grecia e International Baccalaureate (IB)

Per i titoli di studio rilasciati da Scuole/Università site in altri Paesi o situate in Grecia ma con sede legale in altre Nazioni (e che quindi seguono il curriculum di studi di quel Paese e non quello greco), la competenza all’emissione della Dichiarazione di Valore è dell’Ambasciata/del Consolato d’Italia competente per il territorio ove si trova o ha sede la Scuola/ Università interessata.

Documenti alternativi alla Dichiarazione di Valore

A chi è in possesso di un titolo universitario, prima di richiedere il rilascio della Dichiarazione di Valore, si consiglia di verificare con l’Ente di istruzione o con il datore di lavoro in Italia l’accettazione, quale documento alternativo alla Dichiarazione di Valore, del “Supplemento al Diploma” o “Diploma Supplement”, documento integrativo del titolo di studio conseguito, il cui scopo è di fornire dati volti a migliorare la trasparenza internazionale dei titoli stranieri e a consentirne un equo riconoscimento accademico e professionale. In questo modo non sarà necessario procedere alla richiesta della Dichiarazione di Valore, con un notevole risparmio di tempo e risorse per il richiedente. Il Diploma Supplement è infatti rilasciato a titolo gratuito dall’Ente di istruzione che ha rilasciato il titolo di studio e, pur non garantendo in via automatica il riconoscimento del titolo suddetto, il più delle volte è accettato dalle Istituzioni italiane come documento alternativo alla Dichiarazione di Valore.

Si segnala inoltre che presso il CIMEA (Centro di Informazione sulle Mobilità ed Equipollenze Accademiche) è attivo il Credential Information Service (CIS), che rilascia un Attestato di Comparabilità di un titolo di studio estero, che svolge in parte funzioni analoghe a quelle della Dichiarazione di Valore. Si suggerisce in ogni caso a coloro che intendono presentare istanza di Dichiarazione di Valore di effettuare le opportune verifiche con il CIMEA (info@cimea.it) e con l’Università/Pubblica Amministrazione italiana che dovrà valutare il titolo, in modo da accertare preventivamente se la Dichiarazione di Valore sia assolutamente necessaria o se sia sufficiente la presentazione dell’attestato di comparabilità rilasciato dal CIMEA (istituzioni convenzionate).

Istruzioni per la richiesta di Dichiarazione di Valore e modulistica

questo link è possibile accedere alle istruzioni specifiche per la richiesta della Dichiarazione di Valore e ai relativi requisiti.

Il modulo di richiesta della Dichiarazione di Valore (Modello C) è predisposto dal M.U.R. e si riferisce alle casistiche più frequenti. Sebbene per i cittadini dell’U.E. e assimilati non è dato obbligo di dimostrare la propria conoscenza della lingua italiana, la modulistica in questione è disponibile esclusivamente in lingua italiana. E’ quindi consigliabile assicurarsi che le proprie competenze linguistiche in italiano siano sufficienti.

Le istruzioni si riferiscono alle casistiche più frequenti, relative in particolare ai titoli “Apolytirio” e “Ptychio”. Nel caso di richiesta di Dichiarazione di Valore per il titolo “Metaptychiako” e soprattutto nel caso del titolo “Didaktoriko”, ogni materia di studio ha delle peculiarità che non possono essere affrontate con procedure omogenee e universali che riguardino l’intero spazio accademico greco. Per tale motivo gli interessati sono pregati di contattare via email i nostri Uffici (cancelleria.atene@esteri.it)  spiegando la situazione specifica e indicando un loro contatto telefonico, preferibilmente cellulare.

Richiesta della Dichiarazione di Valore per motivi di lavoro o di concorso

E’ necessario utilizzare il Modello C anche quando la Dichiarazione di Valore è richiesta per motivi di lavoro, di concorso o professionali. In tal caso sarà necessario seguire le istruzioni, cancellando le diciture che non interessano.

Peraltro, come previsto dalla Direttiva Europea 36/2005 CE, la Dichiarazione di Valore non è necessaria per il riconoscimento professionale, la cui competenza spetta ai Ministeri di entrambi i Paesi. Per ogni ulteriore informazione, si invita a contattare il Centro di assistenza per il riconoscimento delle qualifiche professionali presso il Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri (e-mail: centroassistenzaqualifiche@politicheeuropee.it).

Pagamento percezioni consolari per la Dichiarazione di Valore

Il pagamento, ove previsto, potrà essere effettuato dopo che l’Ufficio, analizzata la richiesta, comunicherà l’importo esatto da versare ai sensi delle tariffe consolari vigenti. Gli interessati saranno informati via e-mail al termine dell’elaborazione della loro richiesta. Per tale motivo nelle istruzioni non è dato alcun riferimento rilevante riguardo al pagamento di diritti consolari.

Pertanto gli interessati non sono tenuti ad effettuare alcun pagamento al momento della presentazione dei documenti.

Tempistica per l’ottenimento della Dichiarazione di Valore e ritiro

L’Ufficio si impegna a garantire tempi minimi necessari di elaborazione delle richieste, che possono variare in base ai carichi di lavoro. In considerazione dell’elevato numero di pratiche che si ricevono, soprattutto durante il periodo estivo, si consiglia di richiedere il rilascio della Dichiarazione di Valore con il necessario anticipo, non appena in possesso di tutti i documenti necessari. Le richieste vengono trattate in ordine cronologico di arrivo, secondo criteri di trasparenza ed imparzialità. Per evitare eventuali ritardi i richiedenti sono pregati a leggere con attenzione le istruzioni al fine di presentare le domande nel modo più completo possibile.

Sarà cura dell’Ambasciata informare gli interessati sulle modalità di ritiro dei loro documenti non appena pronti. Gli interessati sono pregati di indicare il proprio indirizzo di posta elettronica sul modulo di richiesta (Modello C), accanto al numero di telefono.

Nota bene: Dato l’alto numero di richieste processate, l’Ambasciata non scrive agli interessati per confermare la ricezione della pratica, che viene visionata e trattata secondo l’ordine cronologico di arrivo. Stante quanto sopra, si pregano gli interessati di far conoscere (via mail all’indirizzo: cancelleria.atene@esteri.it) se per qualsiasi motivo la Dichiarazione di Valore richiesta non fosse più necessaria.

 

  • Elenco Università e Istituti della Formazione Superiore

Liste complete degli Atenei/Facoltà sono consultabili attraverso:

Ulteriori informazioni sulle opportunità di studio in Italia sono disponibili sul sito web dell’Istituto Italiano di Cultura di Atene.

 

  • Riconoscimento in Grecia dei diplomi o titoli di studio italiani

Per quanto riguarda il riconoscimento in Grecia dei diplomi o titoli di studio italiani, si pregano gli interessati di rivolgersi alle Autorità diplomatico-consolari elleniche in Italia.

Ulteriori informazioni sono reperibili presso i seguenti Enti:

 

  • Borse di studio e riduzione di tasse e contributi universitari in base al reddito

Informazioni sulle borse di studio sono presenti sul portale Study in Italy dedicato alla formazione superiore italiana, nonchè sul portale Universitaly.

Per informazioni sulla documentazione da presentare per poter ottenere la graduazione del contributo universitario e della tassa regionale attraverso l’ISEE-U parificato, gli interessati devono rivolgersi direttamente all’Università da loro scelta.

Si può consultare questa pagina per ogni informazione utile laddove fosse richiesta in Italia l’esibizione di documenti emessi da Autorità elleniche da legalizzare e tradurre in lingua italiana.

Per ogni informazione sul rilascio del codice fiscale si può consultare la sezione apposita del sito web di questa Ambasciata.