Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Assistenza ai cittadini all’estero

In situazioni di difficoltà all’estero l’Ufficio consolare competente, su richiesta, può intervenire al fine di fornire supporto o assistenza. Ai sensi delle vigenti disposizioni europee l’Ufficio consolare può prestare assistenza – per alcuni specifici interventi – anche a cittadini dell’Unione Europea che non siano cittadini italiani.

Le competenze dell’ufficio e i possibili interventi includono:

 

Per assistenza in caso di furto/smarrimento di documenti di identità si rimanda a questa pagina web.

Prima di intraprendere un viaggio verso la Grecia, si consiglia di leggere i Consigli per i turisti e la Scheda Paese della Grecia su Viaggiare Sicuri.


Contatti di reperibilità:

Ufficio Assistenza della Cancelleria Consolare di Atene

Tel. +30 210 95 38 180/190 (negli orari d’ufficio)
Fax: +30 210 95 31 523
E-mail: cancelleria.atene@esteri.it

In caso di emergenze relative a cittadini italiani è inoltre disponibile un servizio di reperibilità oltre l’orario di ufficio, le modalità del quale sono consultabili cliccando qui.

In caso di comprovata emergenza relativa a connazionali in contesti di rischio (disastri naturali, atti di terrorismo, fenomeni di pirateria, disordini di natura socio-politica all’estero) è possibile contattare l’Unità di Crisi della Farnesina al numero 06.36225 attivo 24/7, o scrivere all’indirizzo email: unita.crisi@esteri.it.

Rete Consolare onoraria

Al seguente link sono disponibili i recapiti dettagliati di ogni sede della Rete consolare onoraria.

Per maggiori informazioni sull’assistenza ai connazionali consultare la pagina dedicata sul sito del
Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale.

LEGALI E MEDICI DI RIFERIMENTO DELL’AMBASCIATA

Avvocati italofoni di riferimento

La Rappresentanza diplomatico-consolare può fornire al connazionale che ne faccia richiesta un elenco di legali di riferimento cui rivolgersi per essere rappresentato, in quanto l’Ambasciata non può fornire consulenza legale o esprimersi su questioni aventi carattere di natura privata. Pertanto, a questo link è disponibile una lista dei nominativi e relativi recapiti di alcuni professionisti di riferimento in ambito legale che parlano italiano ed operano nella Circoscrizione consolare di questa Ambasciata di cui potersi avvalere in caso di necessità, ferma restando naturalmente la possibilità di rivolgersi ad altri avvocati di propria fiducia. Nel segnalare che l’Ambasciata non risponde per il loro operato e per le tariffe praticate, si informa che detto elenco è stato definito in base alle richieste d’inserimento avanzate dagli stessi professionisti e deve quindi considerarsi aperto e non esaustivo.

Medici italofoni di riferimento

L’Ambasciata ha predisposto una lista di medici di riferimento italofoni per i connazionali che dovessero averne eventualmente bisogno durante il loro soggiorno in Grecia, ferma restando naturalmente la possibilità di rivolgersi ad altri medici. Nel segnalare che l’Ambasciata non risponde per il loro operato e per le tariffe praticate, si informa che detto elenco è stato definito in base alle richieste d’inserimento avanzate dagli stessi professionisti e deve quindi considerarsi aperto e non esaustivo.

ASSISTENZA SANITARIA
  • Cittadini italiani temporaneamente in Grecia

I cittadini italiani che si trovino temporaneamente in Grecia (ad esempio per turismo o brevi trasferte lavorative) possono fruire dell’assistenza sanitaria diretta presentando la Tessera Europea di Assicurazione Malattia – TEAM. La TEAM è entrata in vigore anche in Italia dal 1° novembre 2004.

La tessera, che è il retro della Tessera Sanitaria nazionale – TS o della Carta Regionale dei Servizi, permette di usufruire, anche in Grecia, di una vasta gamma di cure medicalmente necessarie (e quindi non solo urgenti). Essa viene rilasciata, in linea di principio, a tutte le persone iscritte al Servizio Sanitario Nazionale (SSN), in possesso della cittadinanza italiana e che hanno la residenza in Italia ed è valida per sei anni. Il rilascio della TEAM deve essere richiesto all’Azienda Sanitaria Locale (ASL) della zona in cui si risiede. La richiesta può essere inoltrata anche on line tramite i servizi telematici Fisconline/Entratel dell’Agenzia delle Entrate.

Si precisa che la TEAM non è un’alternativa all’assicurazione di viaggio. Si raccomanda pertanto di sottoscrivere sempre un’assicurazione sanitaria con un adeguato massimale, tale da coprire non solo le spese per eventuali cure mediche e terapie effettuate presso strutture ospedaliere e sanitarie locali, ma anche l’eventuale trasferimento aereo in un altro Paese o il rimpatrio del malato, nei casi più gravi anche per mezzo di aeroambulanza. Si sottolinea l’importanza di tale copertura ove si intenda visitare luoghi remoti o comunque lontani dalle grandi città, nonché le isole. In molte di queste località spesso non è infatti disponibile un servizio medico che possa far fronte a situazione di particolare gravità o specializzazione, fatto che implica la necessità di trasferire i pazienti (anche in elicottero/aereo, se di particolare urgenza) nella città più vicina o nella capitale.

In caso di viaggi turistici organizzati, infine, si suggerisce di controllare attentamente il contenuto delle assicurazioni sanitarie comprese nei pacchetti di viaggio e, in assenza di garanzie adeguate, si consiglia di stipulare polizze assicurative sanitarie individuali aggiuntive.

Si fa infine presente che gli ospedali pubblici greci prestano assistenza sanitaria di emergenza in caso di necessità sulla base di un sistema di turnazione.

Per ulteriori informazioni in materia di assistenza sanitaria all’estero, si raccomanda la visione dei seguenti link:

  • Cittadini italiani stabilmente residenti in Grecia

Nel ricordare che per i connazionali che hanno deciso di risiedere stabilmente in Grecia, sussiste il diritto-dovere di iscriversi all’A.I.R.E. (nonché l’obbligo di regolarizzare la propria posizione di residenza presso le Autorità di Polizia greche), si informa che chiunque risieda stabilmente e regolarmente in Grecia e sia titolare di un codice AMKA (ulteriori informazioni sul codice AMKA sono reperibili qui), ha diritto ad accedere alle prestazioni sanitarie garantite dallo Stato ellenico con parità di trattamento rispetto ai cittadini greci.

Si fa inoltre presente che con la Legge n. 4603/2019, a partire dal 15.03.2019 la Grecia ha abolito il libretto sanitario. In sua vece, è stata istituita la c.d. Cartella personale sanitaria elettronica (Ατομικός Ηλεκτρονικός Φάκελος Υγείας – ΑΗΦΥ), che è un sistema informatico per la prestazione di cure mediche e di registrazione di dati sanitari. L’assistenza sanitaria ai cittadini italiani residenti in Grecia è pertanto subordinata all’attivazione di una ΑΗΦΥ, che può essere creata a nome di chiunque possieda un codice AMKA. Essa viene attivata dal medico curante o da un operatore sanitario abilitato, mentre il diretto interessato può avervi accesso tramite i codici TAXISNET. Parallelamente è stato istituito il sistema della Prescrizione Medica Virtuale (Άυλη Συνταγογράφηση – ulteriori informazioni qui) che consente all’utente di ricevere dal medico la prescrizione di farmaci e visite mediche tramite sms o e-mail. Si ricorda infine che gli ospedali pubblici prestano assistenza sanitaria di emergenza in caso di necessità sulla base di un sistema di turnazione.

Resta comunque possibile fare richiesta della TEAM locale (Ευρωπαϊκή Κάρτα Ασφάλισης Ασθένειας), utile per chi intenda viaggiare in Paesi in cui tale tessera è accettata sulla base di accordi di reciprocità con lo Stato greco in materia di prestazioni sanitarie e sempre con la dovuta precisazione che la TEAM non è un’alternativa all’assicurazione di viaggio. La richiesta va inoltrata presso le competenti autorità previdenziali elleniche (EΦKA). Sono disponibili a questo link le informazioni in lingua greca sulla TEAM in Grecia, presenti sul sito dell’EΦKA.

  • Cittadini italiani residenti in Grecia e iscritti all’A.I.R.E., che rientrino temporaneamente in Italia

Ai connazionali che rientrano temporaneamente nel nostro Paese e qualora gli stessi non abbiano una copertura assicurativa propria, sono riconosciute a titolo gratuito le prestazioni ospedaliere urgenti per un periodo massimo di 90 giorni per ogni anno solare. Per ottenere le prestazioni ospedaliere urgenti va tuttavia sottoscritta una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà in cui si dichiara, oltre al proprio stato di emigrato, che non si è in possesso di una copertura assicurativa pubblica o privata contro le malattie. Tale dichiarazione sostitutiva va presentata direttamente dall’interessato agli uffici ASL competenti territorialmente prima di sottoscrivere qualsiasi impegno di spesa con enti ospedalieri, senza dover passare per il tramite di questa Ambasciata.

Si segnala infine che molte ASL italiane richiedono ormai la presentazione della Tessera Europea di Assicurazione Malattia del Paese europeo di residenza del richiedente (in questo caso la EKAA, ovvero la TEAM greca rilasciata dall’EFKA).

Per informazioni sulla campagna di vaccinazione anti COVID-19 avviata dalle Autorità greche è possibile consultare l’apposita pagina ufficiale del governo greco.

ASSISTENZA ECONOMICA

Ad Atene è operante il CO.AS.IT. (Comitato di Assistenza Italiani all’estero), che offre servizi di assistenza indiretta ai cittadini residenti in Grecia che si trovano in particolari situazioni di indigenza o in contesti socio-familiari difficili. Qui di seguito i contatti del Comitato:

Comitato Assistenza Italiani residenti in Grecia (CO.AS.IT.)
Odos Mitsaki,18 – 11141 Galatsi (Atene)
Tel.: 0030 210 69 12 107 e 0030 69 72 00 7259
Fax: 0030 210 201 7628
E-mail: segreteriacoasit@gmail.com

In casi eccezionali l’Ambasciata può concedere un sussidio al connazionale stabilmente residente in Grecia in stato di indigenza che ne faccia richiesta, che deve essere individuale e debitamente motivata (compilando il modulo apposito).

L’Ambasciata si riserva la facoltà di effettuare ogni accertamento ritenuto opportuno atto a comprovare lo stato di indigenza del richiedente (da dimostrare, tra l’altro, tramite la dichiarazione dei redditi e dei beni patrimoniali) e l’inesistenza di familiari tenuti per legge a prestare assistenza (l’accertamento di quest’ultima condizione sarà eventualmente demandato al Comando dei Carabinieri competente per il Comune A.I.R.E. del richiedente).

Tale forma di sussidio non può essere concesso allo stesso connazionale con frequenza periodica, in quanto deve avere carattere di eccezionalità.

Si ricorda che i connazionali stabilmente residenti in Grecia possono beneficiare anche dei sussidi di indigenza accordati, su richiesta degli interessati, dallo Stato greco, che si riserva di verificare le effettive condizioni di necessità economica (per ulteriori informazioni, consultare questo link).

Si raccomanda infine ai connazionali titolari di un’attività economica regolarmente registrata in Grecia o che siano lavoratori autonomi ai sensi della normativa greca di rivolgersi al proprio commercialista per verificare se possano beneficiare di eventuali aiuti accordati dallo Stato ellenico agli operatori economici in difficoltà.

ASSISTENZA IN CASO DI ARRESTO O DETENZIONE

L’Ambasciata svolge un’attività di assistenza ai connazionali detenuti in Grecia, programmando visite consolari, nonché raccogliendo segnalazioni che pervengono dagli interessati o dalle loro famiglie, e monitorando le condizioni di detenzione.

L’Ambasciata non può invece interloquire o mediare con le Autorità locali sotto il profilo legale, né intervenire attivamente in ambito processuale. Per queste attività si suggerisce agli interessati di rivolgersi ad un legale in loco (vedi punto A di questa pagina web).

RIMPATRIO DI SALME E CENERI

In caso di decesso di un connazionale in Grecia è necessario espletare una serie di formalità perché si possa procedere al rimpatrio della relativa salma/urna cineraria.

Gli interessati possono contattare la Cancelleria Consolare, che provvede a fornire la modulistica necessaria, i recapiti di agenzie funebri specializzate in rimpatri internazionali e le altre informazioni pratiche indispensabili per assistere, in tali tristi circostanze, familiari e persone vicine alla persona deceduta.

ASSISTENZA NELLA RICERCA DI CONNAZIONALI

A motivo delle norme locali in materia di privacy questa Ambasciata non può svolgere ricerche di persone in Grecia. Può però veicolare la richiesta alle competenti Autorità greche.

A tale fine, gli interessati potranno inviare una mail dettagliata, con tutte le informazioni utili e i dettagli anagrafici della persona che si sta cercando, all’indirizzo cancelleria.atene@esteri.it.

INFORMAZIONI DI BASE PER IL TRASFERIMENTO DI RESIDENZA IN GRECIA

Per i connazionali che intendono trasferirsi in Grecia quest’Ambasciata fornisce qui di seguito alcune informazioni basilari, che sarà poi cura dell’interessato approfondire con le Autorità greche competenti per i settori specifici, ovvero con le Rappresentanze diplomatico-consolari greche in Italia. Il preventivo contatto con queste ultime è particolarmente consigliato laddove si voglia, ad esempio, portar con sé una vettura, stante la possibile applicazione di tariffe agevolate per le pratiche, da svolgersi prima dell’entrata in Grecia (vedi la pagina web “Patenti e Veicoli”).

Oltre a quanto detto relativamente alla sanità (nella sezione “Assistenza sanitaria” di questa sezione del sito web), si attira l’attenzione sui seguenti temi:

  1. è necessario richiedere il rilascio del Codice Fiscale greco (AFM) presentando direttamente domanda alla sezione competente per territorio dell’Agenzia delle Entrate (DOY) muniti della documentazione richiesta (prova di residenza e documento di identità valido);
  2. in ottemperanza alle norme dell’Unione Europea, la legge greca prevede che, trascorsi 3 mesi dalla data di ingresso nel Paese, se ne debba dare segnalazione alle Autorità di Polizia elleniche (presso la sezione di Polizia per stranieri competente per territorio), che provvederanno a rilasciare apposita documentazione;
  3. sempre in base alla normativa europea, si raccomanda la conversione della patente italiana in patente greca trascorsi 6 mesi dal trasferimento della propria residenza in Grecia. Ulteriori informazioni sui veicoli sono presenti nell’apposita pagina di questo sito web;
  4. rispetto agli obblighi verso le Autorità italiane invece, coloro che si trasferiscono in Grecia per almeno 12 mesi sono tenuti all’iscrizione all’A.I.R.E. (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero). Si rimanda alla specifica pagina web per ogni ulteriore informazione in merito e per le modalità attraverso cui potersi iscrivere.